13 Maggio، 2021

جورنالك

الخبر كما هو ، منكم و اليكم

Modalità crisi

This post is also available in: Deutsch

Per Jo *, la domanda se Crisis Text Line dovesse dare una risposta pubblica all'uccisione di Ahmaud Arbery è stata un gioco da ragazzi. Il non profit, che fornisce un rapido accesso via SMS ai consulenti per le persone in crisi, ha cercato di farsi strada nelle comunità nere per anni. Ma Jo, che ha lavorato presso la compagnia come coordinatrice dei social media, ha scoperto che il suo capo bianco non era d'accordo. "È molto triste, ma faccio fatica a vedere la pertinenza", ha detto. "Non è stato l'omicidio 10 settimane fa?"

Jo ha spiegato che Arbery, che è stato ucciso mentre faceva jogging nella contea di Glynn, in Georgia, era ancora il titolo di tutti i notiziari. Poiché gli episodi di razzismo e brutalità della polizia hanno minacciato la salute mentale dei loro utenti, la situazione sembrava sbagliata da ignorare. La compagnia era per il 42% non bianca e gli impiegati si preoccupavano profondamente della giustizia razziale. "Penso che voglio solo sapere perché dovremmo pubblicare questo", ha detto il suo capo. "Ci sono fattori scatenanti ogni giorno."

Jo ha redatto un tweet di esempio: "Il razzismo non è solo un problema di salute mentale, è morale. Così sono le istituzioni che sostengono le pratiche razziste. I nostri consulenti di crisi sono qui per supportare te e le tue comunità. Invia SHARE a 741741. " Il suo capo ha semplicemente detto "No" e ha notato che era al telefono con il CEO. Più tardi, ha aggiunto che il post "ha sbattuto la polizia" e ha suggerito a Jo di prendersi un giorno libero per "elaborare la sua rabbia".

Per Jo, la situazione era familiare. Crisis Text Line è stata creata per migliorare la salute mentale dei suoi utenti offrendo loro un accesso gratuito e 24 ore su 24, 7 giorni su 7 ai consulenti di crisi in momenti di depressione o dolore. Aveva vinto vistose sponsorizzazioni dal principe Harry e Meghan Markle e un premio di svariati milioni di dollari dall'Audace Progetto associato a TED. Per nove dipendenti attuali ed ex intervistati da The Verge, tuttavia, lavorare presso l'azienda ha comportato rischi per la salute mentale.

C'è stato il tempo in cui il CEO Nancy Lublin ha doppiato un personaggio animato di colore anche di nome Nancy in un video promozionale per la sua nuova compagnia – un dipendente incidente chiamato blackface digitale. O il tempo in cui aveva dato a una donna di colore della squadra un "dottorato di ricerca in ali di pollo" per un regalo segreto di Babbo Natale a Natale. O le due volte in cui aveva chiesto ai dipendenti, uno nero e l'altro indiano, di aiutarla a scegliere "nomi neri" da un elenco di potenziali consiglieri di crisi e alias di consiglieri di crisi.

Il modello di insensibilità razziale, combinato con il fatto che otto dirigenti aziendali su nove erano bianchi, ha creato un ambiente in cui alcuni dipendenti di colore si sono sentiti tokenizzati e hanno lasciato l'azienda con la loro salute mentale tesa.

Questa insensibilità percepita si è manifestata anche nel prodotto. Se un consulente ritenesse che un utente sia attivamente suicida, Crisis Text Line chiamerebbe la polizia. Ogni volta che la polizia veniva coinvolta veniva definita come una vita salvata. Nel tempo, questo è diventato un importante parametro di successo dell'azienda. Per i dipendenti di colore, la funzione era dolorosamente ingenua e potenzialmente mortale. "Pensavo che dovessimo fare meno affidamento sulla polizia e chiedere anche il consenso prima di inviarli a casa di qualcuno", ha detto un dipendente attuale The Verge. "Sono stato accolto con ciò che definirei difensiva".

Per anni, i dipendenti hanno cercato di rendere la società responsabile, persino inviando una lettera al consiglio di amministrazione nel 2018 che dettagliava le loro accuse del comportamento di Lublin. Il consiglio non ha mai risposto direttamente alla lettera, anche se è stato fatto un audit sulla sua scia. I dipendenti volevano vedere più cambiamenti. Nel giugno 2020 sono diventati pubblici, condividendo schermate e storie delle loro esperienze con l'hashtag #NotMyCrisisTextLine su Twitter. Le storie risalgono a quando Lublin era CEO di DoSomething.org, un'organizzazione giovanile senza scopo di lucro. “Oltre alle microaggressioni quotidiane, etichettare il personale di colore come "difficile" promuovendo allo stesso tempo il personale bianco con meno esperienza e pagando di più rispetto ai suoi colleghi BIPOC. #NotMyCrisisTextLine"Leggi un tweet di un ex membro del personale.

Nel giro di una settimana, Lublino fu licenziato.

In un memo inviato a The Verge, un portavoce di Nancy Lublin ha scritto che "molte delle lamentele su Nancy provengono da ex dipendenti scontenti e anonimi che sono stati licenziati per problemi di performance a (Crisis Text Line)".

Per i sostenitori di Lublin, la sua espulsione immediata a seguito di una campagna su Twitter era ingiusta. "Quando è uscito questo, la cosa che mi ha colpito è dove si trova il processo, dove sono le indagini", afferma l'ex candidato alla presidenza Andrew Yang, che conosce Lublin nel mondo non profit e non ha mai lavorato con lei a titolo professionale. “Nancy ha investito e guidato e sviluppato donne e donne di colore nella sua carriera decennale. Ciò è in netto contrasto con un CEO che non ha mai collocato donne o donne di colore in posizioni di leadership e autorità. Per me la persona di cui ti devi preoccupare è una persona che ha guidato le organizzazioni e non ha mai guidato le donne e le donne di colore. Questa non è Nancy. "

Lo sconvolgimento di Crisis Text Line riflette una resa dei conti che si sta svolgendo presso le organizzazioni degli Stati Uniti mentre le società condannano pubblicamente il razzismo, spingendo i dipendenti ad aprirsi sulla discriminazione e gli abusi di potere. Su Twitter, questi callout stanno diventando una nuova forma di organizzazione del posto di lavoro, in cui i CEO sono ritenuti responsabili attraverso un mix di pressione dei dipendenti e vergogna pubblica.

Ashley Womble, la manager che aveva messo in dubbio la rilevanza della morte di Ahmaud Arbery, ha contestato il modo in cui le sue osservazioni sono state classificate. "Come sono sicuro che puoi apprezzare, sono scoraggiato da queste false accuse", ha scritto in una dichiarazione a The Verge. “Ho trascorso molti anni a credere e promuovere la diversità e l'equità. Ho lavorato per far avanzare i servizi a tutti coloro che raggiungono la linea di testo di crisi, indipendentemente da razza, religione, origine nazionale o identità sessuale. Crisis Text Line è per tutti. " Ha aggiunto che i suoi commenti sono stati esclusi dal contesto.

Alex * è arrivato a Crisis Text Line dopo uno stage presso DoSomething.org., Una Lublin senza scopo di lucro guidata con l'obiettivo di aiutare i giovani a organizzarsi attraverso la campagna digitale. Poco dopo aver iniziato il ruolo a tempo pieno, Alex era seduto in ufficio quando Lublin arrivò con un foglio di calcolo di potenziali alias per i consulenti di crisi (i consulenti non usano i loro veri nomi sulla piattaforma). Lublin chiese aiuto nella scelta dei "nomi neri" dalla lista. "Onestamente, è stata la prima volta che sono mai stato scioccato professionalmente", dice Alex. "Sono nero ma non pensavo fosse giusto dirlo."

Alex stava iniziando a pensare che la piattaforma non fosse progettata per le persone di colore. Consiglieri, volontari che avevano seguito un corso di formazione di 34 ore per aiutare le persone in crisi, erano prevalentemente bianchi. "Stiamo cercando di indirizzare le persone in bianco e nero a (utilizzare il servizio) ma stanno parlando con persone che non sono nemmeno in grado di identificarsi con le loro situazioni", afferma Alex. Alex ha creato corsi di formazione per aiutare i consulenti a essere più competenti a livello culturale e a far emergere potenziali pregiudizi.

Prima che finisse di essere lanciato, tuttavia, Alex afferma che il direttore dell'istruzione, una donna bianca, ha messo in pausa l'iniziativa, dicendo che non faceva parte del lavoro di Alex. "Onestamente quello è stato il più grande schiaffo in faccia", dice Alex. “Hanno cercato di attaccare il lavoro che stavo facendo. Mi ha portato a staccarmi emotivamente dalla Linea di testo di crisi e dal lavoro. Non puoi assumermi per lavorare su una cosa, ma poi incontrare blocchi stradali. " L'ex direttore dell'istruzione non ha risposto a una richiesta di commento. The Verge ha parlato con l'ex manager di Alex dell'esperienza. Ha detto che non era raro che i dipendenti mettessero il cuore in un progetto solo per farlo sparire quando il management ha deciso di andare in un'altra direzione.

Le disparità razziali nella cura della salute mentale sono un problema noto: un rapporto del 2001 del chirurgo generale ha riscontrato "disparità sorprendenti" nell'accesso alle cure per la salute mentale per razza: le minoranze hanno meno accesso alle cure, hanno meno probabilità di ricevere cure e quando lo fanno fai attenzione, è più probabile che sia di bassa qualità. Tra il 1990 e il 2003, le persone di colore avevano la metà delle probabilità di ricevere un trattamento per i disturbi psichiatrici rispetto ai bianchi con condizioni simili, secondo un documento del 2008 pubblicato su Affari sanitari.

L'American Psychological Association ha persino elaborato linee guida per le riforme per rendere le cure più accessibili. Includono una raccomandazione per l'assistenza "culturalmente e linguisticamente competente", promuovendo relazioni positive nelle comunità minoritarie e aumentando l'accessibilità dei servizi.

Per Alex, il problema è andato ancora oltre. Il dipendente preoccupato Crisis Text Line potrebbe mettere le persone in serio pericolo chiamando la polizia su utenti neri. Se le autorità si presentassero e trovassero una persona di colore in crisi, c'era il rischio che usassero la forza letale. La società ha preso sul serio queste preoccupazioni, convocando un team per ricercare altre opzioni. Ma la politica è rimasta in vigore e la compagnia ha continuato a collaborare con le forze di polizia in tutto il paese, compreso il dipartimento di polizia di New York.

In una dichiarazione, il portavoce di Lublin ha dichiarato che l'ex CEO era la prima persona a sollevare domande sul coinvolgimento della polizia, una politica che le era stata raccomandata dai professionisti della salute mentale. "Era preoccupata per l'invio di polizia nei quartieri neri o immigrati a causa della possibilità che (coinvolgimento della polizia) potesse mettere le persone a rischio a causa di azioni di polizia aggressive o coinvolgimento dell'ICE", ha scritto il portavoce.

Nel 2018, Lublin stava lavorando a una nuova società chiamata Loris, un ramo a scopo di lucro della linea di testo di crisi che utilizzava i dati dell'azienda per aiutare gli agenti dell'esperienza del cliente a essere più empatici. In un video promozionale per il prodotto, un personaggio animato di nome "Nancy", narrato con la voce di Nancy Lublin, descrive il prodotto e la sua connessione con Crisis Text Line, una "linea di supporto 24 ore su 24 che ho creato per aiutare le persone in crisi. ” L'animazione Nancy era nera.

Lublin chiese a un dipendente della Crisis Text Line, Jared Lyons-Wolf, cosa ne pensasse del video. Ricorda di averle chiesto con tatto perché aveva scelto quel colore della pelle. Dice che gli ha detto che era un personaggio e che voleva che il video fosse diverso. Ha notato che questo potrebbe essere fuorviante. "Avrebbe ascoltato e non avrebbe mai imparato", dice. Su Slack, Lublin ha affermato che il video è stato "schiaffeggiato molto rapidamente e sembrava importante avere una rappresentazione diversificata". Ha aggiunto, "tre facce bianche non starebbe bene con noi."

"Questo è un esempio di Nancy criticata per aver cercato di essere inclusiva", ha detto il portavoce di Lublin. “Quando le è stato fatto notare che il video rivisto era offensivo, Nancy ha spiegato la sua intenzione, si è scusato e ha ucciso il video, nonostante abbia speso più di $ 30.000. Non è mai stato condiviso. "

Lyons-Wolf era anche responsabile della formazione di nuovi consulenti di crisi. Per mesi era stato un punto di tensione il fatto che Lublin non avesse mai seguito quell'addestramento, eppure sarebbe andato spesso sulla piattaforma e offriva consulenza agli utenti. "Le sue conversazioni sulla piattaforma con (utenti) sono state assolutamente orribili", afferma Lyons-Wolf. “Il tono delle sue risposte era così breve e troncato. Penso che lei pensi che esca come colloquiale ma viene fuori crudele, in quel contesto. " Quando alla fine ha accettato di prendere l'addestramento, Lyons-Wolf è rimasta scioccata da quanto male ha fatto durante il gioco di ruolo finale. "Avrei fallito se non fosse stata l'amministratore delegato", afferma.

I dipendenti hanno riportato questi incidenti nella lettera del 2018 inviata al consiglio. Dissero che Lublin aveva dato a un impiegato nero una stampa di un "dottorato di ricerca in ali di pollo" come regalo segreto di Babbo Natale e dissero che "si riferisce regolarmente al personale solo con i loro identificatori come etnia, religione o sessualità". (Il dipendente che ha ricevuto il regalo non ha risposto a una richiesta di commento.)

In una dichiarazione, il portavoce di Lublin ha spiegato che la sua assistente si era incontrata con l'impiegata e aveva appreso che alla donna piacevano i corsi educativi e che il suo cibo preferito erano le ali di pollo. “Nancy si è scusata quando ha saputo che il dono era percepito come insensibile. (Nota: all'epoca non era a conoscenza del fatto che le ali di pollo fossero considerate qualcosa di diverso dal cibo preferito del Super Bowl. Quando ha saputo come veniva percepito, era mortificata.) "

Il consiglio ha assunto il coach esecutivo di Lublin, Whitney Hess, per svolgere un audit indipendente. Ha incontrato i dipendenti uno a uno fuori dall'ufficio. I dipendenti affermano di non aver visto i risultati dell'audit e di non ritenere che nulla sia sostanzialmente cambiato. Quando contattato per un commento di The Verge, Hess ha affermato di non poter parlare di dettagli a causa di accordi di riservatezza con i clienti. Ha aggiunto: “Detto questo, il mio lavoro è incentrato sull'aiutare i leader a coltivare empatia e compassione all'interno di se stessi e delle loro aziende. Mi oppongo attivamente e con veemenza al bigottismo, alla discriminazione e all'abuso di potere. Colgo ogni occasione per smantellare i sistemi di oppressione e dare potere al progresso con dignità e amore. "

Il consiglio non ha commentato la lettera, ma in un post sul blog pubblicato il 12 giugno hanno scritto che erano a conoscenza della condotta di Lublin dal 2018 e "avevano avuto l'opportunità di agire, ma non sono riusciti a fare abbastanza".

Uno dei pochi impiegati musulmani del personale che è stato coinvolto nella stesura della nota del 2018 afferma di essersi sentita spesso tokenizzata da Lublin e scelta per la sua fede. Nel 2017, Crisis Text Line è stato invitato a parlare in una conferenza in Europa sull'antiterrorismo, e i dirigenti hanno invitato questo dipendente ad andare per conto dell'azienda. Non aveva idea del perché la compagnia stesse partecipando alla conferenza, per quanto a sua conoscenza non funzionava sull'antiterrorismo. Come membro del team di coaching, si sentiva anche non qualificata per parlare. "Mi sembrava di essere stato preso di mira perché ero musulmano e avrei avuto un" obiettivo speciale "su ciò che stava accadendo", afferma il dipendente. Crisis Text Line non risponderebbe The VergeLe domande sul perché questo dipendente è stato inviato a una conferenza antiterrorismo.

A a Cablata conferenza nel 2016, Lublin ha chiamato lo stesso dipendente sul palco, promuovendola come membro del team di ingegneria, anche se non lo era, e congratulandosi con lei per aver lavorato così duramente mentre osservava il Ramadan.

Nonostante le sue presunte insensibilità, Lublin era abile nell'ottenere una stampa positiva, ottenendo persino un atteggiamento comprensivo Newyorkese profilo nel 2015. A volte, ha anche usato i dati della Crisis Text Line per capitalizzare grandi eventi di cronaca, anche quando i dati erano appena al di sopra del livello di un aneddoto. Dopo le sparatorie a Parigi e San Bernardino, ha informato la CNN su come il sentimento anti-musulmano fosse in aumento, dicendo: “Il numero di conversazioni che si riferiscono a essere musulmani e si sentono vittime di bullismo, ansia, ecc. Sono aumentate significativamente a novembre e stanno facendo lo stesso a dicembre. " Un dipendente che ha lavorato alla campagna afferma che, in realtà, il numero di conversazioni che menzionano essere musulmani e sentirsi vittima di bullismo è passato da due a quattro. Crisis Text Line non commenta questa affermazione.

Quando la società ha estratto i dati per scopi interni, i risultati potrebbero essere altrettanto problematici. Una volta, quando una squadra stava cercando di capire chi fossero i "migliori" consiglieri di crisi, i numeri sembravano indicare che i consiglieri più produttivi erano bianchi – e la società confondeva le due metriche. "Non vogliamo smettere di reclutare POC, ma dovremmo esaminare le ragioni sottostanti per cui Black e Hispanic (consulenti in crisi) sono meno produttivi finora", si legge in un documento sul progetto. "Se qualcosa che mostra solo chi non stiamo supportando sulla piattaforma", ricorda Lyons-Wolf.

I dipendenti hanno ritenuto che anche le decisioni sulla promozione e sulla retribuzione fossero prese in base alla simpatia piuttosto che alla performance. Una ex lavoratrice, Nya Anne, afferma che le è stata negata una promozione tre volte per "mancanza di capacità di comando", anche se sentiva di aver lavorato al livello richiesto per la posizione più alta. Anne ha fatto tutto il possibile per condurre iniziative al di fuori della sua funzione lavorativa, compresa l'implementazione di una politica di segnalazione obbligatoria per i consulenti di crisi che è stata utilizzata anni dopo aver lasciato l'azienda. "A volte sono stato elogiato per la mia leadership e le mie capacità e Nancy ha detto" Ti adoro "e altre volte non ero abbastanza", dice.

Un attuale dipendente che ha chiesto di non essere nominato per paura di ritorsioni legali afferma di essere entrata nella sua posizione con un master, ma ha dovuto sostenere uno stipendio di $ 55.000. "Ho gestito squadre", afferma. "Volevano farmi iniziare a $ 48.000."

Patty Morrissey, che ha lavorato alla Crisis Text Line da aprile 2015 a gennaio 2016 come direttrice della formazione, afferma di aver cercato di difendere le donne di colore della sua squadra che sono state trasferite per posizioni di comando. "Le donne bianche del mio team sono state quelle scelte per quei ruoli, trascurando i dipendenti neri che ho indicato come ad alto potenziale", ha scritto in un articolo di Medium.

I dipendenti affermano che le esperienze li hanno fatti sentire che, mentre Crisis Text Line doveva essere basata sui dati, in realtà le decisioni sono state prese in base ai capricci di Lublin, una situazione non insolita nella cultura delle startup. “Le persone sono state promosse per motivi non legati alle loro capacità. Era legato alla simpatia ”, afferma Morrissey. Ha notato che la simpatia era spesso legata all'essere attraente e bianca.

Un lavoratore remoto della Crisis Text Line che ha chiesto di rimanere anonimo ha contestato l'affermazione secondo cui Lublin potrebbe essere contrario a persone di colore. "Nancy è una manager davvero tosta, non mentirò", dice. "Ha avuto dei momenti ma non l'ho mai conosciuta come una vera e propria razzista in alcun modo." Ha aggiunto che Lublin ha una personalità di tipo A.

All'inizio di febbraio, il numero di persone che hanno scritto messaggi sulla linea di testo di crisi è aumentato in modo significativo. La società ha indagato sul picco e ha scoperto che era collegato a un post sul sito Web iFunny, che includeva il numero di telefono di Crisis Text Line. I dipendenti hanno affermato che il sito Web è stato talvolta utilizzato dai suprematisti bianchi e temono che alcuni dei nuovi utenti potrebbero avere questa affiliazione. Un suprematista bianco aveva scritto dicendo di essere innamorato di una donna di colore.

Mentre la situazione veniva discussa in Slack, Lublin disse: "Se questi sono in realtà suprematisti bianchi, è una grande opportunità per noi di amare queste persone odiose!" Il sentimento mostrò una chiara divisione tra coloro che pensavano che le risorse della Linea di testo di crisi dovessero essere disponibili per tutti e coloro che pensavano che servire i suprematisti bianchi fosse pericoloso e irresponsabile.

In una dichiarazione, il portavoce di Lublin ha dichiarato: "Questo aneddoto è stato tolto dal contesto e trasformato in qualcosa che non è … Ha detto che CTL non discrimina le persone in crisi; l'organizzazione è qui per tutti, senza eccezioni. Nancy pensa che aiutare – anche amando – le persone odiose potrebbe indurle a riesaminare le loro convinzioni. "

Jo, l'impiegata che ha incoraggiato la compagnia a parlare a sostegno della giustizia razziale, ha detto al suo manager di aver trovato la nota di Lublin "oltraggiosamente offensiva". Ha aggiunto, "i suprematisti bianchi non sono suprematisti bianchi perché non erano abbastanza amati … sono un gruppo di persone che decidono consapevolmente che le persone di colore non meritano di esistere". Il suo manager ha ribadito il messaggio di Lublin: "è importante che Crisis Text Line sia un posto per tutti – e questo include tutti i messaggi di testo. Indipendentemente da ciò che una persona ha fatto, quando vengono da noi per il supporto, li supportiamo ". Jo le disse che questo era un male per le vittime dell'odio. Il suo capo ha risposto che "il tono non si stava spegnendo bene tramite Slack" e ha chiuso la conversazione.

Lublin in seguito si scusò per la sua osservazione, dicendo che era stata insensibile. Per i dipendenti, questo faceva parte di un modello di comportamento in cui Lublin formulava un commento offensivo e quindi chiedeva perdono da parte dei lavoratori non bianchi. Non tutti pensavano che fosse intenzionalmente dannosa. Ma anche quelli che hanno detto che potrebbe aver inteso bene ha ammesso che il risultato della sua ripetuta dimenticanza potrebbe essere una tensione per la loro salute mentale.

Anni prima, dopo che due donne si erano pronunciate d'accordo in una riunione, Lublin aveva dichiarato: "Donne asiatiche per la vittoria!" che ha messo entrambe le persone a disagio. Lublin in seguito ha seguito un messaggio lento, chiedendo scusa a una delle donne e chiedendo come essere più "culturalmente sensibili". I due andarono al caffè e discussero: una conversazione produttiva che tuttavia si sentiva gravosa per il lavoratore. Lei disse The Verge, "Se dovessi confrontare Nancy con qualcuno, sarebbe Michael Scott di The Office, ma in un modo davvero da mostro. Michael Scott non era cattivo. "

Bea Arthur, terapista e imprenditrice che ha incontrato Lublin attraverso un gruppo di reti sette anni fa, ha affermato che, sebbene Lublin possa essere intenso, non la vede insensibile dal punto di vista razziale. "Riesco a vedere una situazione in cui avrebbe ferito i sentimenti di qualcuno, ma non credo che sia perché sono neri o marroni", dice. Arthur ha aggiunto che Lublin ha sempre sostenuto il suo lavoro e l'ha presentata alle persone della comunità tecnologica. "Non ho mai lavorato con Nancy, quindi potrebbe essere una dinamica diversa, ma lei mi ha prestato attenzione davanti a Black Lives Matter quando in realtà non è stato necessario", afferma.

Le riprese di Ahmaud Arbery non sono state la prima volta che a Lublin è stato chiesto di fare di più per sostenere la comunità nera. Come CEO di DoSomething.org, ha assunto una donna di nome Camonghne Felix per guidare le iniziative di giustizia razziale. Felix aveva studiato la teoria della razza critica e aveva profondi legami con il movimento Black Lives Matter.

Fin dall'inizio, tuttavia, Felix si preoccupò di essere stata assunta per essere il segno di Lublin, non per attuare un vero cambiamento. "Avrebbe detto a tutti che abbiamo questa nuova ragazza nera, è così carina", dice Felix.

Nel 2015, quando un noto suprematista bianco ha ucciso nove persone in una chiesa di Charleston, nella Carolina del Sud, Felix ha spinto Lublin a fare una dichiarazione pubblica e ad investire di più nelle comunità nere. Lublin voleva sondare la base associativa DoSomething, che era distorta di bianco, su come si sentivano sulla scia delle riprese. “Ho parlato e detto 'come guida la campagna sulla giustizia razziale, è davvero importante che parliamo di come investiremo nelle comunità nere per andare avanti, e non stiamo solo sondando i bianchi su come si sentono delle persone nere uccise. 'Non è stata una bella cosa da dire ma non è stato un bel momento. ” Questa esperienza è stata confermata da un altro ex lavoratore che era presente durante lo scambio.

Dopo l'incontro, Lublin disse a Felix che era stata licenziata.

Lublin è stato lasciato andare sulla scia delle accuse di insensibilità razziale e della campagna su Twitter di infelici lavoratori. Womble fu posto in congedo amministrativo. In un post sul blog, il consiglio di Crisis Text Line ha ammesso che la società "non è il luogo sicuro e accogliente dove dovrebbe essere" e ha promesso di seguire corsi di formazione anti-razzista.

La rapida risposta della bacheca ha permesso la comparsa di due narrazioni. Gli amici e i sostenitori di Lublin hanno visto una carriera di 25 anni in fiamme senza un'indagine approfondita. Anche se un'indagine del genere non avrebbe potuto salvare la reputazione di Lublin, avrebbe potuto reprimere le accuse su una folla scontenta di Twitter. I suoi sostenitori, chi The Verge intervistato su richiesta del suo portavoce, non le chiedeva di essere esonerato. Volevano solo una sorta di processo.

Ma i dipendenti attuali e precedenti affermano di aver cercato di passare attraverso i canali tipici e di aver sentito che le loro preoccupazioni erano state in gran parte ignorate. Ora, un capo che ritenevano fosse stato crudele con loro stava per andarsene e l'avevano fatto accadere su Twitter.

Crisis Text Line non risponderebbe a domande su accuse specifiche delineate in questo articolo. In una dichiarazione inviata a The Verge, il consiglio ha scritto:

Per quasi sette anni, Crisis Text Line ha aiutato oltre 2 milioni di persone nei momenti più vulnerabili. Il nostro obiettivo rimane di garantire che la missione di Crisis Text Line sia sempre in prima linea in ciò che facciamo. I recenti cambiamenti annunciati la scorsa settimana sono i primi di una serie di misure che intraprenderemo per garantire che i nostri dipendenti e i consulenti in crisi siano tutti in grado di fare il loro meglio. Ci impegniamo a collaborare con il personale per garantire che Crisis Text Line abbia un ambiente di lavoro sicuro, inclusivo e di potenziamento e continui a migliorare man mano che avanziamo.

* Gli pseudonimi sono stati utilizzati per un ex dipendente e un attuale dipendente per proteggere il loro anonimato per paura di ritorsioni professionali.

This post is also available in: Deutsch