13 Maggio، 2021

جورنالك

الخبر كما هو ، منكم و اليكم

Lyft promette che il "100 percento" dei suoi veicoli sarà elettrico entro il 2030

This post is also available in: Deutsch

Mercoledì Lyft ha annunciato un piano per la transizione verso veicoli elettrici al 100% a zero emissioni entro il 2030. Lavorando con case automobilistiche e società di noleggio auto, nonché con i milioni di appaltatori indipendenti che guidano per Lyft ogni giorno, la corsa in bicicletta la società ritiene di poter impedire a "decine di milioni di tonnellate" di inquinanti di entrare nell'atmosfera.

"Ora più che mai, dobbiamo lavorare insieme per creare comunità più pulite, più sane e più eque", ha dichiarato John Zimmer, co-fondatore e presidente di Lyft. "Il successo genera successo, e se lo facciamo nel modo giusto, crea un percorso per gli altri."

La notizia arriva mentre i discorsi sui mandati di veicoli elettrici per le compagnie che guidano i passeggeri stanno guadagnando terreno in molte grandi città degli Stati Uniti. È anche in un momento in cui l'opinione secondo cui i servizi di condivisione dei giri sono più rispettosi dell'ambiente rispetto ad altri modi di trasporto è stata contraddetta da un numero crescente di prove. La ricerca suggerisce che il viaggio medio in auto-corsa crea circa il 50 percento in più di inquinamento rispetto al viaggio medio in auto tradizionale. Ancor peggio, gli studi dimostrano che oltre la metà di tutti i viaggi in bicicletta nelle principali città sono fatti da persone che altrimenti avrebbero usato mezzi di trasporto più puliti per arrivare a destinazione.

Il percorso verso una flotta completamente elettrica non sarà facile. La società si concentrerà innanzitutto sulla frutta a bassa pendenza, come il suo programma di noleggio auto Express Drive che consente a coloro che non possiedono un'auto di diventare conducenti di Lyft. Lyft afferma che si adopererà per rendere disponibili i veicoli elettrici allo "stesso prezzo di noleggio settimanale uguale o inferiore rispetto ai veicoli a benzina comparabili entro il 2023 in almeno 10 dei nostri maggiori mercati", secondo un libro bianco pubblicato dalla società mercoledì.

Secondo le dichiarazioni normative, Lyft ha "decine di migliaia" di automobili disponibili per i conducenti in 30 città degli Stati Uniti per il noleggio a breve termine. La società afferma che quelli nel suo programma Express Drive hanno guadagnato più di $ 1 miliardo dal suo lancio nel 2016. Ma pagamenti più bassi e requisiti onerosi sul numero di viaggi hanno reso Express Drive una vendita difficile per molti conducenti, secondo una storia del 2019 nella Los Angeles Times.

Far indurre milioni di persone che guidano per Lyft a passare a veicoli elettrici sarà probabilmente la parte più difficile del piano di Lyft. I conducenti di Lyft sono classificati come imprenditori indipendenti e molti usano le loro auto personali per guidare non solo una, ma diverse compagnie di economia dei concerti. Nel 2018, Uber ha esplorato l'offerta di incentivi in ​​denaro ad alcuni conducenti con sede in Nord America che passano ai veicoli elettrici, ma non ha mai ampliato il programma oltre la fase pilota originale.

Lyft afferma che "organizzerà l'interesse della domanda nei veicoli elettrici e negozierà con i produttori di automobili per sconti di gruppo per i conducenti che utilizzano la piattaforma Lyft". La società afferma inoltre di poter influenzare le case automobilistiche a "aumentare la selezione e l'offerta di veicoli elettrici a lungo raggio a prezzi accessibili e supportare lo sviluppo di veicoli elettrici su misura per il ridesharing". In effetti, molte case automobilistiche stanno pianificando di rilasciare interi gruppi elettrificati nel tentativo di affrontare i cambiamenti climatici e rispettare le normative in Europa e Cina che richiedono la decarbonizzazione.

Lyft afferma che promuoverà l'adozione di regolamenti simili negli Stati Uniti, nonostante le recenti iniziative del governo federale per consentire ai produttori di automobili di produrre veicoli più inquinanti. La società afferma che farà pressioni per "politiche di veicoli aggressivi a emissioni zero" come mandati, sgravi fiscali e addebito sull'espansione delle infrastrutture.

Attraverso questi sforzi, Lyft spera di ridurre il costo dei veicoli elettrici, migliorare la ricarica e sviluppare promozioni speciali, rendendo così i veicoli elettrici più attraenti e convenienti per i conducenti. "Aggregando la domanda collettiva della comunità dei conducenti, possiamo aiutare i conducenti a passare ai veicoli elettrici nel tempo in modo da risparmiare denaro per i conducenti", ha dichiarato la società in un post sul blog per i conducenti.

Da anni Lyft coltiva un'immagine per se stessa come azienda impegnata nella sostenibilità ambientale. Ma nonostante questi sforzi, la stragrande maggioranza dei viaggi che si svolgono su entrambe le piattaforme di Uber e Lyft sono in veicoli a gas. Le aziende hanno provato a promuovere corse in comune, ma i clienti hanno mostrato una riluttanza a condividere i loro viaggi e probabilmente faranno ancora più fatica in un'era di COVID-19. I loro sforzi per connettersi meglio al trasporto di massa sono stati lenti e nella migliore delle ipotesi. E i loro servizi di condivisione di biciclette e scooter sono soggetti alle normative locali e alle condizioni di mercato e, come tali, possono essere inaffidabili.

Lyft vuole che questo ultimo sforzo sia visto come il più completo di sempre. La società sta collaborando con il Fondo per la difesa ambientale e The Climate Group, e ha raccolto citazioni di supporto da una dozzina di luminari e responsabili delle politiche ambientali, tra cui il rappresentante Frank Pallone (D-NJ) e il governo del Colorado Jared Polis.

Un modo prezioso per valutare l'impegno di Lyft nello sforzo è valutare la quantità di capitale che la società è disposta a spendere, soprattutto da quando la società è diventata pubblica ed è sotto pressione da parte degli investitori affinché diventino redditizi. Ma la compagnia ha rifiutato di rivelare quanti soldi avrebbe speso per elettrificare la sua intera flotta. "Il passaggio ai veicoli elettrici è incastrato nei nostri costi operativi", ha detto un portavoce.

This post is also available in: Deutsch