13 Maggio، 2021

جورنالك

الخبر كما هو ، منكم و اليكم

Facebook, Twitter, Microsoft e Google rinnovano l'impegno a combattere lo sfruttamento minorile online

This post is also available in: Deutsch

Un gruppo di piattaforme tecnologiche ha annunciato una nuova iniziativa volta a combattere l'abuso sessuale di minori online, ha riferito CNBC. Facebook, Google, Microsoft e Twitter fanno tutti parte della 14enne Technology Coalition, che afferma che il suo nuovo Project Protect metterà in atto un piano a “cinque pilastri” per mettere in atto struttura, modelli di appartenenza e personale a supporto del gruppo obiettivi a lungo termine. I cinque pilastri includono innovazione tecnologica, azione collettiva, ricerca indipendente, condivisione di informazioni e conoscenze, trasparenza e responsabilità.

Il progetto istituirà un fondo di ricerca e innovazione per costruire strumenti per prevenire lo sfruttamento sessuale dei minori online, pubblicare un rapporto annuale sugli sforzi del settore e creare un forum annuale di esperti per condividere le migliori pratiche, ha detto il gruppo.

"Il numero di persone online – oltre 4,5 miliardi nel 2020 – ha aggiunto alla sfida di mantenere Internet un posto sicuro", ha affermato il gruppo in una nota. Mentre gli strumenti per rilevare gli abusi sessuali su minori online sono diventati più sofisticati, il gruppo ha aggiunto, quindi hanno il tipo di abuso che sta cercando di eliminare.

Il piano ha alcuni obiettivi ammirevoli, ma non offre molti dettagli specifici, tra cui la quantità di denaro e risorse che ciascuna piattaforma impegnerà. Abbiamo contattato Twitter, Facebook, Microsoft e Google per i dettagli.

La Technology Coalition è stata costituita nel 2006, in collaborazione con enti di beneficenza per bambini e organizzazioni internazionali come l'UNICEF per fornire assistenza e finanziamenti a piattaforme tecnologiche che cercano di attuare la protezione dei minori su Internet.

This post is also available in: Deutsch