13 Maggio، 2021

جورنالك

الخبر كما هو ، منكم و اليكم

Facebook e Instagram consentiranno agli utenti di "disattivare" tutti gli annunci politici per le elezioni del 2020

This post is also available in: Deutsch

I critici affermano che Facebook sta attivamente attivando la diffusione della disinformazione politica online, ma il social network ha ora escogitato una propria soluzione idiosincratica: spostare la responsabilità verso il pubblico in generale consentendo agli utenti di "disattivare" gli annunci politici che non gli piacciono.

Facebook ha annunciato il film come parte di una campagna in vista delle elezioni statunitensi del 2020, che spera aumenterà l'affluenza degli elettori. La società sta lanciando un nuovo "Centro informazioni di voto" che indicherà alle persone come e dove votare, oltre a offrire informazioni su come registrarsi per votare e su come votare per posta. Gli utenti possono anche attivare avvisi che ricordano loro di votare e indirizzarli ai seggi elettorali a novembre.

In un editoriale pubblicato in USA oggi, Mark Zuckerberg, CEO di Facebook, ha riconosciuto che, sebbene "molte persone vogliano che modifichiamo e rimuoviamo un maggior numero di contenuti [politici]", egli ritiene che "la responsabilità funzioni solo se riusciamo a vedere cosa dicono quelli che cercano i nostri voti". Invece di rimuovere la disinformazione, l'attenzione della società sarà sulla registrazione degli elettori.

"Votare è voce", scrive Zuckerberg. "È la singola più potente espressione della democrazia, il modo migliore per rendere responsabili i nostri leader e il modo in cui affrontiamo molte delle questioni con cui il nostro Paese sta affrontando".

Queste questioni controverse includono le politiche di Facebook sul discorso politico. Permette ai politici di mentire nelle pubblicità retribuite agli utenti e ha chiuso un occhio su post minacciosi del presidente Trump, una politica che ha attirato critiche diffuse, tra cui da parte dei dipendenti dell'azienda e presunto candidato alla presidenza democratica Joe Biden.

In una lettera aperta scritta a Zuckerberg pubblicata la scorsa settimana, Biden ha affermato che la decisione della società di consentire la disinformazione dei politici "[rappresenta] una minaccia per elezioni libere ed eque".

Facebook è stato anche criticato dopo aver affermato che non avrebbe preso provvedimenti contro un post del presidente Trump che ha risposto alle proteste diffuse negli Stati Uniti contro la violenza razziale e di polizia dicendo "quando iniziano i saccheggi, iniziano le riprese".

Twitter ha limitato lo stesso messaggio sulla sua piattaforma per "glorificare la violenza" e, contrariamente a Facebook, ha vietato tutte le pubblicità politiche l'anno scorso. Nell'ambito di tale annuncio, il CEO di Twitter, Jack Dorsey, sembrava mirare alle politiche di Facebook, tweeting: “[I] non è credibile per noi dire: 'Stiamo lavorando duramente per impedire alle persone di giocare con i nostri sistemi per diffondere informazioni fuorvianti, ma se qualcuno ci paga per indirizzare e costringere le persone a vedere la loro pubblicità politica … beh … possono dire quello che vogliono! ''

Facebook afferma che le nuove opzioni per gli utenti di disattivare gli annunci politici verranno lanciate oggi "per alcune persone" e verranno lanciate negli Stati Uniti nelle "prossime settimane". Gli utenti saranno in grado di nascondere gli annunci facendo clic sull'annuncio stesso o passando attraverso un menu nelle impostazioni dell'annuncio dell'app.

La società afferma che gli utenti saranno in grado di disattivare "tutte le pubblicità sociali, elettorali o politiche di candidati, super PAC o altre organizzazioni che hanno il" pagato per "disclaimer politico su di loro". Le stesse opzioni saranno disponibili anche su Instagram di proprietà di Facebook.

Facebook afferma che il suo obiettivo è quello di "registrare 4 milioni di elettori quest'anno usando Facebook, Instagram e Messenger", il doppio del numero di persone che stima abbia aiutato a registrare nel 2016 e nel 2018. La società nota che fornire agli utenti informazioni chiare sul voto sarà ancora di più importante a causa della confusione causata da COVID-19.

This post is also available in: Deutsch