14 Maggio، 2021

جورنالك

الخبر كما هو ، منكم و اليكم

Come gli umani stanno battendo le macchine nello sforzo di combattere la diffusione di COVID-19

This post is also available in: Deutsch

La scorsa settimana ho scritto di una serie di previsioni che mi sono sbagliato in modo spettacolare. Oggi, per lenire il mio fragile ego, parliamo di un caso in cui ero più vicino al segno.

Ad aprile, dopo aver parlato con esperti di sanità pubblica, ho scritto sul perché gli approcci basati su Bluetooth per trovare nuovi casi di COVID-19 sembra non essere all'altezza. Una combinazione di comportamenti umani e sfide tecniche sembrava probabilmente limitare l'efficacia di uno schema di risposta alla pandemia che si basava sui nostri telefoni facendo il ping passivamente l'un l'altro ovunque andassimo. Allo stesso tempo, ho scritto, un approccio più vecchio stile – usando gli esseri umani per fare telefonate e identificare le persone che potrebbero essere state esposte alla malattia – sembrava molto più promettente.

Un po 'esilarante, almeno per me, il giorno successivo Apple e Google hanno annunciato che stavano costruendo un sistema di tracciamento COVID basato su Bluetooth. (Inizialmente l'hanno etichettato come "tracciamento dei contatti", ma dopo aver parlato con più persone sono passati alla "notifica dell'esposizione" più accurata.) A parte i miei scrupoli sulla sua efficacia, è stato chiaramente uno sforzo in buona fede fare davvero la differenza riducendo la diffusione di COVID-19, e nelle prossime settimane Apple e Google hanno lavorato diligentemente per affinare il loro approccio in base al feedback che stavano ricevendo.

La prima fase del progetto, che consente alle app per la salute pubblica nella whitelist di sfruttare al meglio le funzionalità Bluetooth del telefono, è stata lanciata il 20 maggio con tre stati statunitensi a bordo. La speranza era che un numero maggiore di Stati firmasse, creando un patchwork più efficace di notifiche in tutto il paese. Ma come ha riferito David Ingram a NBC News nel fine settimana, non è quello che sta succedendo.

Gli Stati che si sono impegnati a utilizzare le app di tracciamento dei contatti o hanno espresso interesse stanno ora ritirando da tali affermazioni. I pochi stati che li hanno implementati hanno visto solo risposte tiepide. E non ci sono indicazioni di alcun impulso per le app a livello nazionale.

Il governatore della California Gavin Newsom è stato uno dei primi sostenitori delle app di tracciamento dei contatti, affermando lo stesso giorno che Google e Apple hanno annunciato un progetto comune che voleva "costruire quella capacità e partnership" come parte dei piani dello stato. Due mesi dopo, lo stato più popoloso della nazione non sta usando alcuna app o tecnologia di localizzazione dei cellulari, ha affermato Ali Bay, portavoce del Dipartimento di Sanità pubblica della California.

Tra le sfide: è difficile convincere le persone a scaricare queste app; non vi è stata alcuna approvazione dell'approccio – o strategia di risposta coerente – da parte del governo federale; ed è poco chiaro che gli approcci basati sul Bluetooth siano stati così efficaci anche nei paesi in cui COVID-19 è meglio sotto controllo. (La Norvegia ha abbandonato la sua app di tracciamento dei contatti lunedì dopo aver raggiunto l'adozione solo del 10 percento.) Sembra possibile che la seconda fase del piano Apple-Google, in cui la notifica dell'esposizione diventa una funzionalità a livello di sistema di iOS e Android, possa dare notifica di esposizione nuova vita.

Nel frattempo, però, è difficile non pensare che il lavoro svolto finora dai giganti della tecnologia sia stato per lo più inutile. Hanno vissuto fino alla fine dell'accordo, costruendo un sistema realizzabile con protezioni significative della privacy in un periodo di tempo molto breve. Ma poi il governo federale è quasi scomparso, lasciando in gran parte la risposta alla pandemia ai singoli stati e ai loro governatori, e di conseguenza gran parte della promessa di notifica dell'esposizione è svanita. (Una cosa che il governo federale ha fatto è stata quella di promuovere partenariati pubblico-privato per aumentare la capacità di sperimentazione, e tale sforzo è inciampato anche quando questo pezzo su un'iniziativa nello Utah di Robert P. Baird espone.)

E allora è Lavorando? Sono lieto di dire che gli esseri umani che fanno telefonate hanno ampiamente mantenuto la promessa. Nel Newyorkese, Ben Wallace-Wells esamina l'esperienza del Massachusetts, che ha rapidamente sviluppato un efficace sistema di tracciamento dei contatti noto come Community Tracing Collaborative. Oggigiorno non ci sono molte storie di benessere nelle notizie sulla pandemia, ma questa è una di queste. Quando il Massachusetts ha istituito la sua collaborazione, oltre 22.000 persone hanno fatto domanda e negli ultimi mesi hanno effettivamente identificato una grande fetta di potenziali nuove esposizioni. Wallace-Wells scrive:

Per tutta la primavera, il programma di tracciamento dei contatti del Massachusetts è diventato più veloce. Ci sono voluti dai tre ai quattro giorni per il C.T.C. per conoscere un test positivo, ma dopo che gli investigatori hanno avuto tali informazioni sono stati in grado di raggiungere il settanta per cento dei casi, e i traccianti sono stati in grado di parlare con il settantaquattro per cento dei contatti di tali casi. Ciò significava che quasi la metà dei potenziali contatti non ha mai parlato con nessuno che lavora per il programma di tracciamento. Crystal Watson, esperto di politica sanitaria presso Johns Hopkins, che ha scritto in aprile un rapporto sulla ricerca dei contatti, mi ha detto che questi numeri erano migliori di quanto si aspettasse. "Anche se stai ricevendo solo la metà di tutti i contatti, è molto meglio di quanto avremmo fatto senza il programma", ha detto.

Wallace-Wells riferisce che il governo federale ha stanziato fondi per la ricerca dei contatti a livello nazionale, ma solo circa un sesto dei 3,6 miliardi di dollari che gli esperti dicono sarà necessario per portare a termine il lavoro. Tra i pezzi mancanti: finanziamenti per ciò che il mondo della sanità pubblica chiama "coordinatori delle risorse assistenziali", che aiutano a risolvere i problemi pratici per le persone che sono malate e hanno bisogno di isolarsi – procurando loro cibo, per esempio, o medicine. Esperti di sanità pubblica affermano che i risolutori di problemi come questi sono necessari per garantire che i malati rimangano isolati, ma le agenzie di sanità pubblica a corto di liquidità sono riluttanti a pagarli.

La lezione in tutto ciò non è che Apple e Google non avrebbero dovuto creare un sistema di notifica dell'esposizione, o che il sistema che hanno realizzato sia un fallimento. Piuttosto, è che la Silicon Valley sarebbe stata in grado di fornire solo uno o due pezzi di una risposta globale al COVID-19 – e funzionari eletti e agenzie di sanità pubblica non sono riusciti a fornire il resto. Ad aprile, è stato facile capire che l'approccio di Apple e Google da solo non ha potuto fermare la diffusione della malattia. Ciò che non potevo prevedere all'epoca era quanto soli sarebbero stati.

Il rapporto

Oggi nelle notizie che potrebbero influenzare la percezione pubblica delle grandi piattaforme tecnologiche.

⬆️ Instagram Amministratore delegato Adam Mosseri ha promesso di esaminare attentamente l'impatto della piattaforma sugli utenti neri, in particolare per quanto riguarda molestie e verifica. Vuole anche esaminare in che modo gli algoritmi dell'app potrebbero essere distorti rispetto agli utenti di colore.

⬆️ Youtube creato un fondo da $ 100 milioni per amplificare i creatori neri. Sono soldi veri. (Taylor Lyles / The Verge)

⬆️ Google impedirà ora agli inserzionisti nelle categorie di occupazione, alloggio e credito di rivolgersi ai clienti utilizzando dati demografici. La mossa è progettata per prevenire le pratiche di assunzione e prestito dei razzisti. (Ginny Marvin / SearchEngineLand)

⬇️ cinguettio ha riattivato l'account ZeroHedge dopo aver detto che inizialmente aveva commesso un errore durante la sua rimozione. Non esattamente lavoro stimolante di fiducia laggiù su questo. (Siraj Datoo / Bloomberg)

governare

⭐ La nuova strategia di disinformazione della Russia è quella di identificare i contenuti divisivi dei veri americani e aiutarli a diffondersi attraverso reti a basso profilo di account di social media. È più semplice ed efficace della creazione di campagne proprie. Nicole Perlroth a Il New York Times ha la storia:

A febbraio, i funzionari dell'intelligence hanno avvertito i legislatori della Camera che la Russia stava interferendo nella campagna del 2020 per cercare di rieleggere il presidente Trump e che la Russia intendeva interferire con le primarie democratiche del 2020 e con le elezioni generali.

"I troll russi hanno appreso che è molto più efficace trovare i punti dolenti e amplificare i contenuti di madrelingua inglese piuttosto che estrapolare le proprie teorie sulla cospirazione da wackadoodle", ha affermato Cindy Otis, un ex C.I.A. analista specializzato in disinformazione.

Mark Zuckerberg e Priscilla Chan ha detto ai dipendenti dell'Iniziativa Chan Zuckerberg di essere disgustati dai recenti commenti del presidente sui manifestanti. I dipendenti dell'iniziativa finanziata su Facebook stanno spingendo Zuckerberg ad agire. (Michelle Toh e Donie Oullullan / CNN)

Dozzine di attivisti e giornalisti tunisini, siriani e palestinesi affermano il loro Facebook gli account sono stati disattivati ​​negli ultimi mesi. Molti usano la piattaforma per documentare le violazioni dei diritti umani in Medio Oriente. (Olivia Solon / NBC)

Il senatore Josh Hawley sta preparando una legislazione che potrebbe subordinare le protezioni della Sezione 230 a piattaforme tecnologiche che non consentono agli inserzionisti di indirizzare gli utenti sulla base di dati comportamentali. SOSPIRO. (Cristiano Lima / Politico)

Amazon gli avvocati hanno detto ai legislatori Jeff Bezos è ora disposto a testimoniare prima di un'indagine antitrust della Camera sul potere di mercato delle principali società tecnologiche. Amazon aveva precedentemente resistito a renderlo disponibile, spingendo i legislatori a minacciare di costringere Bezos a testimoniare legalmente. La Camera ha anche contattato altri CEO di Big Tech per testimoniare. (David McCabe / Il New York Times)

Il procuratore generale di New York sta intervistando Amazon addetti al magazzino sulle condizioni di lavoro. Il procuratore generale di New York Letitia James ha lanciato un'indagine sulle pratiche di lavoro dell'azienda ad aprile. (Annie Palmer / CNBC)

Le aziende tecnologiche chiedono una legge nazionale per governare la tecnologia di riconoscimento facciale. Ma un anno elettorale accaldato e una pandemia globale stanno creando le condizioni perfette per l'inazione o il frettoloso taglio degli angoli. (Brian Fung / CNN)

Il cane da guardia della concorrenza del Regno Unito ha aperto un'indagine su Facebook$ 400 milioni di acquisizione di Giphy. La difesa di Facebook è che Giphy sarebbe morto se non fosse stato acquisito, il che trovo … per lo più abbastanza convincente. (Ingrid Lundgren / TechCrunch)

Industria

Amazon, Mela, Facebook, Google e Microsoft stanno piazzando in modo aggressivo nuove scommesse mentre l'economia globale si sta riprendendo da una recessione indotta dalla pandemia. Stanno deliberatamente gettando le basi per un futuro in cui saranno più grandi e più potenti che mai. Ecco New York Times giornalista Mike Isaac:

Nel raddoppiare la crescita in un momento di sofferenza economica, le più grandi società tecnologiche continuano un modello. Nelle recessioni precedenti, quelli che investivano mentre l'economia era più vulnerabile sono emersi spesso più forti. Negli anni '90, IBM ha utilizzato una recessione per riorientarsi da una società hardware a una società di software e servizi. Google e Facebook sono usciti dal caos delle dot-com circa 20 anni fa.

Apple, i cui iPhone ora dominano il computing, ha raddoppiato il budget di ricerca e sviluppo per due anni durante la recessione all'inizio degli anni 2000. Ciò ha portato l'azienda, che è quasi fallita alla fine degli anni '90, a creare il suo lettore musicale iPod e il negozio di musica iTunes – e alla fine l'iPhone, l'App Store e una fase di crescita sfrenata, ha affermato Jenny Chatman, professore alla Haas School of Affari presso l'Università della California, Berkeley.

Dipendenti di Mela, Google, e Microsoft raccolto milioni di dollari per la Black Lives Matter Foundation pensando che sia il movimento internazionale per la giustizia razziale che cerca di porre fine alla brutalità della polizia. In realtà, l'organizzazione non è affiliata al movimento Black Lives Matter. La sua missione è "avvicinare la comunità e la polizia". (Ryan Mac e Brianna Sacks / BuzzFeed)

FacebookLa prima sfida di rilevamento di deepfake ha rilevato il 65 percento dei falsi. Non è terribile, ma c'è molto margine di miglioramento. (James Vincent / The Verge)

FacebookIl responsabile della diversità principale ora riferirà direttamente a Sheryl Sandberg. Trascurato di menzionarlo durante la discussione della scorsa settimana sul dissenso interno in azienda. (Megan Rose Dickey / TechCrunch)

ByteDance ha annunciato l'intenzione di chiudere due delle sue app di condivisione video in India, il suo più grande mercato estero. Ha invitato gli utenti a spostarsi Tic toc. (Manish Singh / TechCrunch)

Cose da fare

Roba da occuparti online durante la quarantena.

Ottieni un nuovo indirizzo email. Ho scritto di Hey, un nuovo servizio e-mail supponente dai creatori di Basecamp. Intendo questo quando lo dico: potrebbe essere il nuovo prodotto di posta elettronica più interessante da Gmail.

Prendi a Ingrandisci chiamare con una celebrità su Cammeo. La società di grida delle celebrità ha trovato il modo di curare la fatica di Zoom. Qualcuno vuole spendere $ 15.000 per parlare con Jeremy Piven per 10 minuti?

E infine…

Parla con noi

Inviaci suggerimenti, commenti, domande e soluzioni per la ricerca dei contatti: casey@theverge.com e zoe@theverge.com.

This post is also available in: Deutsch